Non oltrepassare la linea gialla.
Non oltrepassare la linea gialla.
Inserito da

Non oltrepassare la linea gialla.

Quella tra amor proprio ed egoismo

“Sono nato per me come fanno un pò tutti, sembra sempre un pò troppo quello che non ho fatto….

sono nato per me paradiso ed inferno, io che con me ci vivo ventiquattro ore al giorno

e non ci basta mai niente ci basta mai, tutto quanto non basterà mai perché ognuno di noi è il suo centro del mondo….”

(L. Ligabue, “Nato per me”– 2002)

 

Lo dice anche Ligabue, ognuno di noi è il suo centro del mondo, sì appunto il ”suo” centro ma che attenzione (sono consapevole di deludere qualcuno) non coincide con quello universale.

Beh sì, tante volte presi dalla smania di protagonismo, un pò per inclinazione personale, tante volte per il bisogno esasperato di adattamento o per smorzare quel senso di timidezza, appariamo troppo e calibriamo un pò tutto solo ed esclusivamente su noi stessi.

“Tutto ruota intorno a te” recitava una pubblicità di un noto istituto di credito italiano. Peccato che sia però solo lo slogan di una pubblicità, non è assolutamente vero, la realtà è un’altra.

Ruotano le cose che tu vuoi far gravitare su te stesso…e qui entra in gioco il senso di appagamento ma anche la ricerca continua della conferma da parte di persone altre, che assecondano i nostri bisogni nei momenti in cui vogliamo venga fatto.

Una sorta di instabilità, se vogliamo più emotiva che psichica, che troppe volte si confonde con l’amor proprio quando invece si parla, come in questo caso, di puro e semplice egoismo.

C’è infatti una linea sottile che divide l’amor proprio dall’egoismo. Oggigiorno si agisce più per il secondo che per il primo. Infatti l’egoismo può essere identificato come l’esasperazione dell’individualismo, dove primeggia cioè la preoccupazione di se stesso e della soddisfazione personale a tutti i costi e molto spesso a scapito di altri.

L’amor proprio ha un significato più “romantico”, se vogliamo, ed è identificato come la chiara e forte considerazione di se stesso che prende forma nell’autostima e nel salvaguardare la propria dignità senza intaccare la sensibilità altrui.

Ognuno è il suo centro del mondo, ma per una vita soddisfacente è vivamente consigliato non superare la linea gialla!

Veronica D’ANDREA

0 0 1645 07 gennaio, 2015 Cantieri urbani gennaio 7, 2015

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>